All’evento, organizzato da A.I.C.E.C. e CNDCEC, hanno partecipato oltre 90 professionisti e imprese che hanno incontrato Istituzioni e colleghi locali

Si è conclusa la missione in Cina organizzata dall’A.I.C.E.C. – l’Associazione del CNDCEC costituita per dotare i commercialisti di competenze specifiche nel settore dell’internazionalizzazione delle imprese – che ha visto la partecipazione di oltre 90 colleghi e imprese che hanno avuto la possibilità di confrontarsi con le Istituzioni e i colleghi presenti in loco sulle principali caratteristiche delle relazioni commerciali con la Cina.

La prima giornata di lavori si è svolta presso l’Hong Kong Convention & Exhibition Center. All’apertura dei lavori da parte di Giovanni Gerardo Parente,  presidente di A.I.C.E.C  è seguito l’intervento di Achille Coppola, consigliere segretario del CNDCEC e delegato all’area “Attività di impresa” con specifica competenza sul settore Made in Italy, cui hanno fatto seguito gli interventi di Clemente Contestabile – Console Generale d’Italia a Hong Kong e Macao – e dei rappresentanti di HKTDC, di Invest in Hong Kong, ICE, SACE-SIMEST e di alcuni dei più importanti studi professionali operanti in loco.

La seconda giornata si è svolta presso la prestigiosa sede di Banca Intesa San Paolo presso l’International Commerce Centre di Hong Kong e ha visto, tra gli altri, la partecipazione dei vertici della Italian Chamber of Commerce Hong Kong – Macau e altri importanti relatori.

La delegazione ufficiale si è poi trasferita a Shanghai ove il presidente di A.I.C.E.C., Giovanni Gerardo Parente, e il segretario nazionale dei commercialisti, Achille Coppola, hanno incontrato il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale On. Luigi Di Maio e il Console Generale d’Italia a Shanghai Michele Cecchi.

La terza giornata di lavori si è caratterizzata per una tavola rotonda organizzata dai commercialisti insieme a UniCredit Shanghai Branch e ai principali studi professionali di Shanghai con l’intervento di Lorenzo Riccardi tesoriere della Camera di Commercio italiana a Shanghai. Il giorno successivo si sono avuti incontri su temi specifici utili per la professione.

La missione ha visto poi la sua giornata conclusiva all’Istituto Italiano di Cultura a Pechino ove hanno partecipato il Primo Consigliere dell’Ambasciata d’Italia a Pechino Emanuele De Maigret, i rappresentanti della Beijing Language and Culture University, dell’Agenzia-ICE di Pechino, il Presidente della Camera di Commercio Italiana in Cina e alcuni rappresentanti della professione contabile locale.

“Grazie alla missione – ha precisato il presidente Giovanni Gerardo Parente – si sono gettate le basi per sviluppare importanti programmi formativi per i colleghi che vorranno specializzarsi nell’interscambio commerciale tra Italia e Cina”.

“La diffusione del Made in Italy in un Paese come la Cina – ha concluso il segretario nazionale Achille Coppola – comporta per le nostre PMI e per i nostri studi professionali un lavoro di squadra e di aggregazione. Invito i colleghi a prendere visione del materiale che sarà pubblicato sul sito del CNDCEC e su quello di A.I.C.E.C.”.