Siglato un protocollo per fornire a commercialisti ed esperti contabili attività di formazione e servizi a tariffe agevolate

Offrire un sostegno concreto all’internazionalizzazione della professione del commercialista e dell’esperto contabile e formare figure specialistiche in grado di affiancare le aziende italiane nei complessi percorsi di penetrazione commerciale e produttiva dei mercati esteri.

Sono gli obiettivi del protocollo d’intesa firmato nei giorni scorsi da Massimo Miani, presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Giovanni Gerardo Parente, presidente dell’A.I.C.E.C. (Associazione per la promozione e lo sviluppo dell’internazionalizzazione delle competenze tecniche dei Commercialisti e degli Esperti contabili), e Antonino Laspina, Direttore Ufficio Coordinamento Marketing dell’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

L’accordo pone le basi per una fattiva collaborazione istituzionale per generare sui mercati esteri competenze professionali, capacità di promozione e miglior impiego delle risorse professionali interessate attraverso l’individuazione di obiettivi di sostegno ai professionisti, equiparati alle PMI come esercenti attività economica. Per sostenere ed orientare i professionisti e le loro aziende nella penetrazione dei mercati esteri, il protocollo prevede una serie di attività che CNDCEC, A.I.C.E.C. e ICE realizzeranno congiuntamente.

La prima riguarda la partecipazione di personale dell’ICE a convegni ed eventi proposti dal CNDCEC e da A.I.C.E.C., inclusi i Roadshow, per presentare ai professionisti iscritti all’Albo i servizi e le attività che l’Agenzia offre a sostegno dell’internazionalizzazione della professione. L’ICE fornirà inoltre attività formative ai commercialisti e agli esperti contabili attraverso l’organizzazione di incontri specialistici su mercati e tematiche di settore. Un altro intervento riguarderà la fornitura, da parte dell’Agenzia, di servizi a tariffe agevolate ai professionisti interessati ad internazionalizzarsi.

L’accordo verrà diffuso tra gli Ordini territoriali per promuovere anche a livello locale lo sviluppo dei processi di internazionalizzazione con il fine, tra l’altro, di organizzare in diverse città italiane convegni di presentazione con gli iscritti all’Albo e il personale dell’ICE.

Comunicato Stampa

Protocollo