PROGETTO DI REGIONE E UNIONCAMERE LOMBARDIA, REALIZZATO DA PROMOS

VICEPRESIDENTE SALA: PIÙ OPPORTUNITÀ PER IMPRESE SU MERCATI EMERGENTI

 

l via da domani, in Israele, la seconda edizione del progetto ‘Mercati strategici’, promosso da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia e realizzato attraverso Promos Italia con lo scopo di supportare l’internazionalizzazione delle nostre imprese. Duecento le aziende lombarde coinvolte nei 6 appuntamenti di formazione sull’internazionalizzazione e in altrettante missioni imprenditoriali in mercati strategici esteri con l’obiettivo di favorire la competitività internazionale.

F.SALA: SUPPORTO AD AZIENDE, ISRAELE PARTNER STRATEGICO – La missione in Israele (fino al 29 marzo) è dedicata alle Scienze della Vita e vedrà presenti imprese dei settori Biotech e
Farmaceutico. “Stiamo lavorando per investire sulle nostre eccellenze, per valorizzare e promuovere a livello internazionale quel know-how e quelle idee che il mondo ci invidia – commenta il vice presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala -. Tra i nostri obiettivi, supportare l’internazionalizzazione in settori emergenti per incrementare la competitività del sistema economico-sociale e il valore aggiunto sul territorio”. “Si
sviluppa in quest’ottica la prima missione del percorso in Israele – prosegue -, partner strategico per la Lombardia nei settori Life Science, Ricerca medica e Trasferimento Tecnologico”.

AREA DA 20 MILIARDI DI EURO L’ANNO – Dopo Israele sono previste iniziative negli Stati Uniti (giugno 2019), Giappone (settembre 2019), India (ottobre 2019), Emirati Arabi (novembre 2019) e Cina (data da definire). Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi si tratta di un’area che
vale un export di 20 miliardi di euro all’anno in Lombardia, con un +8% in un anno, su un totale italiano di 73 miliardi (+2%). Milano, con 10 miliardi di euro (+9%), Bergamo e Brescia, che superano 2 miliardi (+3% e +11%), Monza e Varese con oltre 1 miliardo (+10% e +7%), sono le più attive nell’export. In crescita anche Cremona e Mantova (+10% circa). A Lodi alto l’import che supera i 2 miliardi (+20%).

LOMBARDIA E MERCATI STRATEGICI – Gli USA, con 10 miliardi di euro (+11%, rappresentano da soli la metà delle esportazioni lombarde verso i mercati analizzati, seguono Cina (4 miliardi), Giappone (2 miliardi), Emirati (1 miliardo), India (1,4 miliardi, + 24%), Israele (800 milioni). I prodotti più esportati sono: macchinari, abbigliamento, prodotti chimici e metalli.

DA POZZO: CONDIZIONI PER RELAZIONI PROFICUE – “La prima edizione del progetto ha permesso a oltre 450 imprese lombarde di sviluppare business internazionale – spiega Giovanni Da Pozzo, presidente di Promos Italia -. Anche in questa seconda edizione, grazie alla scelta dei mercati più strategici e dei giusti interlocutori, creeremo tutte le condizioni affinché gli imprenditori lombardi possano avviare proficue relazioni d’affari”.

AURICCHIO: INTERNAZIONALIZZAZIONE È PRIORITÀ – “Per il sistema camerale lombardo sostenere l’internazionalizzazione delle imprese del territorio è una priorità – ha dichiarato il presidente di Unioncamere Lombardia Gian Domenico Auricchio – e grazie a questo progetto portiamo le imprese lombarde a fare business in aree geografiche che per la Lombardia valgono, in termini di esportazioni stimate, 20 miliardi di euro l’anno”.

I 15 SETTORI COINVOLTI – Al progetto, la cui partecipazione è gratuita, previa selezione delle imprese sulla base dei profili e delle opportunità offerte dai mercati target, possono aderire le aziende di 15 settori identificati come strategici per l’economia lombarda: Apparecchi elettrici; Computer, elettronica, ottica; Cosmetica; Chimica; Edilizia-casa; Farmaceutica; Forniture mediche e dentistiche; Gomma-plastica; Legno, prodotti in legno e carta; Meccanica Metallurgia; Mezzi di trasporto; Mobili; Prodotti alimentari e Sistema moda. Per aderire è necessario registrarsi al link registrazione progetto RL-UCL.